Nelle ultime settimane LinkedIn ha permesso alle pagine aziendali di richiedere la connessione alle persone, per poi (saggiamente) revocarla. Perchè?

Cos'è LinkedIn? (metti che a qualcuno sia sfuggito)



LinkedIn, piattaforma social nata per connettere lavorativamente le persone, nel tempo si è trasformata in un canale di business molto utile.

Nonostante la community di LinkedIn sia numericamente inferiore a quelle di social più popolari come Facebook o Instagram, i contatti che si generano qui possono essere molto più proficui per il nostro business.

Come acquisire clienti con LinkedIn (eh già, si può)

Le strategie per acquisire nuovi clienti e fare "social selling" su LinkedIn sono molte ma principalmente è necessario mettere in atto alcune azioni fondamentali tra cui:
  • Creare contenuti di qualità per la pagina aziendale
  • Sponsorizzare contenuti e brand tramite ADS
  • Curare i profili personali delle persone "testimonial"
  • Interagire con gruppi pertinenti e con la propria cerchia di collegamenti
  • Identificare, cercare e contattare le buyer personas


Tenetevi forte: LinkedIn rimane un social

Cosa vuol dire? Che serve a stabilire un contatto tra persone. Quello che cambia è la finalità di questo contatto che, qui, è lavorativa. Quello che non cambia è che, se nascerà qualcosa da un collegamento, sarà fuori dal social.

Insomma: su Linkedin non si vende niente ma qui venditori e acquirenti si incontrano

Per questo è fondamentale comprendere che i contenuti da utilizzare non devono essere direttamente finalizzati al processo di vendita/acquisto, devono soltanto far comprendere al nostro interlocutore che, in caso di interesse, noi saremmo la persona giusta a cui rivolgersi.

Collegamento o non collegamento: questo è il problema

Eccoci arrivati al cuore della questione: chiedere il collegamento a qualcuno tramite la pagina aziendale è SPAM, non relazione. E il pubblico (per niente ingenuo) di LinkedIn, questo lo sa.
Sulla pagina aziendale le persone ci arriveranno di loro spontanea scelta solo se riterranno i profili dei testimonial interessanti, e decideranno di seguirla solo se vi troveranno contenuti interessanti (per loro, il che fa pendant con pertinenti).

Ancora una volta diffidate delle scorciatoie e trattenetevi dallo spammare a un pubblico (magari poco in target) la vostra pagina, secondo una logica "push" parecchio demodè e, oggi, davvero antipatica.

Se invece volete fare le cose "a modino", ci sono i nostri corsi per LinkedIn:

  • Corso base di introduzione a LinkedIn per Aziende (per migliorare la reputazione e la visibilità della tua Azienda on line)
  • Corso avanzato di Lead Generation con LinkedIn (acquisisci clienti per la tua Azienda tramite LinkedIn)


Scrivici!