Quando ho detto a Valerio che avrei voluto intervistarlo aveva alle orecchie le cuffie con la musica e ha annuito.
Ero certa che non mi avesse ascoltato; lui fa così quando programma.

Allora oggi gli chiedo a bruciapelo:

Vale, cosa fa un programmatore PHP?

Lui sgrana gli occhi.
Mi sa che sono io, mi risponde confuso e divertito.

Ok, restringiamo il campo. Dimmi cosa fa un programmatore PHP a Milano.

Sviluppo applicativi web, no? Ma sei ammattita?

Oh, insomma, Vale, è un'intervista, collabora un po'!
No, come?? Io programmo siti web, e-commerce, app mobile, non faccio interviste!

Ma poi si toglie le cuffie e si gira verso di me. 
Lui vive nascosto dietro ai grandi schermi pieni di codici di programmazione, ogni tanto alza la testa e se ne esce con delle battute sarcastiche degne della sitcom "The Big Bang Theory".

Valerio è timido e di poche parole, qualcuno dice che sia un po' "orso" ma posso giurare che non ha mai morso nessuno.

Da quanto tempo lavori per una web agency?
Sono stato un programmatore freelance, poi ho lavorato in diverse agenzie di comunicazione a Milano e dintorni.

E poi io lo so cos'è successo, ma dimmelo tu.
Ho messo radici in Briefinglab.

Beh, quando un amante dei viaggi decide di fermarsi in un luogo è sempre un onore.
Sono contento, non lo nego. Il mio lavoro è sempre lo stesso: sviluppo applicativi web e faccio il programmatore PHP, la differenza è che adesso lo faccio in un team con il quale ho finalmente trovato l'intesa che cercavo.

A questo punto Vale sorride e si rimette le cuffie. Credo che la sua timidezza abbia raggiunto il limite consentito.
Lo leggerà quando questo articolo sarà online che anche Briefinglab è altrettanto felice di averlo nel team.

Ecco un "assaggio" di un e-commerce realizzato da Valerio per Briefinglab